Ampliamento cimitero comunale

Ampliamento cimitero comunale

Committente: Comune di Tavazzano
Luogo: Tavazzano (LO), Italia
Cronologia: 2008

Il progetto definito con la proposta elaborata si inserisce nel contesto mediante una serie di considerazioni che derivano da verifiche effettuate in loco.
La varietà degli elementi esistenti, le richieste di programma e la complementarietà tra le diverse fasi di sviluppo dell’impianto, hanno determinato una serie di domande cui dare risposta.


Il progettista legge ed interpreta, nei luoghi dove sono consolidate, una serie di condizioni, conferendo loro dei ruoli che scaturiscono da un’analisi compiuta nella fase di prefigurazione del progetto.


Nel caso in oggetto, si rileva:

  • la necessità di un centro rispetto a tutto l’assetto completo dell’eventuale nuova espansione;

  • la necessità di definire una condizione di sviluppo completa e complementare ad una successiva espansione, anche mediante la definizione di un ruolo per le aree verdi e la relativa vegetazione;

  • il nuovo ingresso e la gerarchia dominante;

  • la simmetria solo accennata, ma chiaramente necessaria;

  • la continuità con l’area dei servizi, quali i parcheggi esterni ed i locali adibiti a deposito/servizi interni;

  • l’interpretazione dell’area con la cappella comunale, allo stato spazio muto, privo di fronti, come luogo centrale, come spazio della memoria e del silenzio, in grado di rimettere a sistema tutti gli altri ambiti; area considerata come una risorsa, una particolarità da esaltare invece che da soffocare.

  • La rivalutazione delle situazioni di limite e di soglia quali elementi dichiaranti l’appartenenza di un luogo agli aspetti determinanti a definirne le caratteristiche intrinseche.

  • L’analogia ad assetti tipologici simili come “l’orto conclusius”;

  • la continuità materica con l’esistente;

  • il valore di trascendenza che nei luoghi della memoria deve essere evocato e discretamente sottolineato, mediante la successione di elementi, quali l’acqua, in grado di denunciarne la presenza, la sistemazione delle aree a verde e le viste orientate agli assetti esistenti e di futura previsione.

Galleria